HOME

In bicicletta tra natura, storia e cultura del territorio trevigiano, la provincia più "ciclistica" d'Italia, con i suoi leggendari campioni ed il maggior numero di atleti ed amatori tesserati. Pedalando per ville venete, campagne, antichi castelli, borghi e città, colline, laghi e fiumi, tra Oderzo, Monticano, Livenza Portoboffolé, Roncade, Mogliano, Treviso, Sile, Conegliano, Valdobbiadene Vittorio Veneto, San Zenone degli Ezzelini, pedemontana del Grappa Crespano, Possagno, Asolo e i suoi colli, Montello, Piave, Montebelluna Castelfranco... Divertenti ed emozionanti escursioni attraverso il paesaggio in modo dolce e sostenibile, con un ritmo lento, ideale per ovviare a quello frenetico che la vita di tutti i giorni ci impone.


Le nostre proposte di cicloturismo nella Marca Trevigiana con stile

sport e natura

ville e castelli
vini e sapori

Treviso, Storga e Sile

Villa Barbaro a Maser

Strada dei Vini del Prosecco

Monticano e Livenza

Da Castelbrando a Serravalle

Strada dei Vini Montello ed Asolo

Colline del Prosecco

Il Castello di Roncade

Strada dei Vini del Piave

Sorgenti del Sile

Asolo e Possagno

La Scuola di Enologia

Montello e Colli Asolani

Conegliano e Susegana

Sulla Strada del Radicchio


L'associazione La Trevisana.org, fin dalla sua costituzione nel 2007, è impegnata nella promozione e valorizzazione del cicloturismo nella Marca Trevigiana, in particolare il collegamento in bicicletta tra Brenta, Piave e Sile, attraverso la pedemontana del Grappa ed il Montello, nonché nella salvaguardia dei percorsi a maggior vocazione cicloturistica, con particolare riguardo alle cosiddette "strade bianche" ed ai percorsi fuori strada. Annovera al suo interno enti ed operatori che a vario titolo perseguono i medesimi fini. Si occupa anche del recupero e valorizzazione della storia del ciclismo locale, con particolare riguardo alla memoria dei campioni trevigiani del passato, dei sodalizi e delle società sportive storiche e delle loro divise (le maglie), nonché delle storiche officine e laboratori artigianali di produzione e riparazione di biciclette ed accessori, abbigliamento e calzature sportive. In collaborazione con l'Associazione degli ex ciclisti della provincia di Treviso, premia ogni anno il migliore atleta juniores maschile e femminile espressione del nostro movimento agonistico e promessa per il futuro.


Un po' di storia: Vélocio... chi era costui?

Vélocio, pseudonimo letterario di Paul de Vivie, nasce in Francia il 29 aprile 1853 e muore il 04 marzo 1930. Fu lui a coniare il termine "cicloturismo" che praticò e promosse instancabilmente, anche attraverso la rivista da lui fondata, "Le Cycliste", la più antica pubblicazione sportiva francese. Famosi, i suoi 7 comandamenti:

1 - Poche fermate e brevi, in modo da non far cadere la pressione.
2 - Pasti piccoli e frequenti: mangiate prima di avere fame, bevete prima di avere sete.
3 - Mai arrivare alla fatica anormale che si traduce in mancanza di appetito e di sonno.
4 - Coprirsi prima di avere freddo, scoprirsi prima di avere caldo e non avere paura di esporre la pelle al sole, all'aria, all'acqua.
5 - Rimuovere dall'alimentazione, almeno durante lo svolgimento dei percorsi, il vino, la carne e il tabacco.
6 - Non forzare mai, rimanendo al livello dei propri mezzi, soprattutto nelle prime ore, quando siamo tentati di spendere troppo perché ci
.....sentiamo pieni di forze.
7 - Non pedalare mai per amor proprio.

E vale la pena di citare anche una delle sue massime: "la bicicletta non è solo un mezzo di locomozione, ma anche un mezzo di emancipazione, un'arma di liberazione. Libera la mente ed il corpo dalle inquietudini morali, dalle infermità fisiche causate dall'esistenza moderna, da qualsiasi ostentazione, convenzione, ipocrisia (dove l'apparenza è tutto ed il vero essere è niente), suscita, sviluppa e sovraintende al grande detrimento della salute.


info e prenotazioni: +39 320 3144354